1957 – 2010: UNO SGUARDO AL PASSATO PENSANDO AL FUTURO

Oggi la nostra azienda è un player indipendente nell’ambito dei payments, dei servizi per il business (back office) e delle sicurezza. Quello che siamo oggi è frutto di una storia ricca di vicende significative.

LA NASCITA E GLI ANNI ’60
 

Bassilichi nasce a Firenze nel 1957. L’attività è inizialmente dedicata all’assistenza tecnica di macchine da scrivere e calcolatrici.
Per tutti gli anni ’60, la commercializzazione e l’assistenza delle attrezzature per ufficio risultano le attività prevalenti, con una costante crescita della gamma e della complessità tecnica; in seguito alle macchine contabili si aggiungono apparecchiature microfilm, fotocopiatrici e strumentazioni specifiche destinate alle banche.

GLI ANNI ’70

L´attività di Bassilichi legata al mercato del microfilm cresce e sono sempre più numerosi e importanti i clienti che si rivolgono all´azienda per risolvere problemi legati alla gestione delle informazioni.

GLI ANNI ’80

Questo è un periodo di grande espansione: Bassilichi diventa leader nella commercializzazione e assistenza di macchine fotocopiatrici.
Nel 1985 nasce la “Fondazione Mara Bassilichi”, a memoria della donna che ha contribuito anche in veste di Amministratore Delegato al raggiungimento di significativi e continui successi. La Fondazione ha lo scopo di approfondire tematiche sociali e culturali legate alle nuove tecnologie.
Nella seconda metà degli anni ’80 inizia l’impegno nell’ambito dei Beni Culturali: risale al 1986 il progetto per il Ministero dei Beni Culturali e Ambientali denominato “Committenza e artisti nelle collezioni fiorentine”, finalizzato alla catalogazione in archivi elettronici di circa 30mila opere d’arte.

GLI ANNI ’90

Gli anni 1993-1997 rappresentano il culmine dell’esperienza nell’ambito dell’applicazione delle nuove tecnologie al patrimonio artistico/culturale con il progetto “Sistema informativo regionale dei Beni Culturali”. Nasce una banca dati ed immagini di 110mila opere d’arte ed un archivio fotografico di 200mila fotogrammi digitalizzati, disponibili on-line. Parallelamente si espande l’attività rivolta al mondo bancario che, da solo, copre il 48% del fatturato totale dell’azienda. Gli istituti di credito trovano nell’azienda risposte a tutte le esigenze relative a formazione, fotoriproduzione, microfilm, software, scanner e dischi ottici.

 IL DECENNIO 1996 – 2006 

Questi anni sono caratterizzati da una ristrutturazione in seguito ad un periodo di forte crisi che porta l’azienda ad orientarsi e ad aprirsi verso nuove aree di business.
Nel 1998 Bassilichi diventa azienda unica. Nel capitale sociale entrano nuovi investitori quali Monte dei Paschi di Siena e successivamente Fondo Sici Centro Invest e Finanziaria Senese di Sviluppo. Anche i dipendenti sottoscrivono una quota di partecipazione pari al 12% del nuovo capitale sociale: si tratta di una delle prime esperienze di questo tipo in Italia.
Alla fine degli anni ’90, Bassilichi inizia ad elaborare progetti anche per l’Unione Europea: la prima commessa riguarda il progetto I.T.G.C. (Information Transfer on Cultural Goods).
Nel 1999 da parte di Microsoft arriva il riconoscimento di Certified Partner e nel 2005 di Gold Certified Partner.
Nel 2004 Bassilichi estende il presidio territoriale nell’Italia settentrionale e consolida il proprio ruolo di player di rilievo nella Monetica con l’acquisizione della filiale italiana di De La Rue Cash Systems, gruppo leader nel campo delle soluzioni per la gestione del contante.
Nel biennio successivo l’offerta aziendale si amplia ulteriormente con l’acquisizione delle partecipazioni di controllo di eBs e Saped Servizi. Grazie a questi accordi il trasporto valori e la vigilanza entrano a far parte delle soluzioni in outsourcing di Bassilichi e la filiera dei servizi rivolta agli istituti di credito viene completata dalle attività di back office bancario.

 2007 – 2017 

Nel 2007 l’azienda festeggia 50 anni di storia, un importante traguardo raggiunto coniugando la qualità e l’innovazione nei servizi con lo sviluppo di competenze che le consentono di consolidare e ampliare il proprio posizionamento nella Monetica, nei Servizi per il business, nella Sicurezza e nel Facility Management.
Attraverso l’acquisizione dell’80% della società ISH e il successivo incorporamento, Bassilichi estende, inoltre, la sua presenza sul territorio italiano con la creazione di un nuovo centro di eccellenza dedicato agli ATM a Bologna.
A marzo 2007 la Banca Popolare dell’Emilia Romagna entra a far parte della compagine azionaria della società.
Dal 2008 Bassilichi si rafforza nell’ambito dei sistemi di pagamento elettronico: acquisisce il settore di erogazione servizi di DA Sistemi e fa il suo ingresso nel capitale sociale di Consorzio Triveneto. Inoltre entrano a far parte del gruppo Alfa Elettronica, società specializzata nella progettazione di sportelli self service, e Krene, realtà dedicata allo sviluppo di soluzioni software.
Nel 2011 Bassilichi firma un accordo con la società C-Global che prevede l’assunzione da parte di Bassilichi dei dipendenti C-Global delle sedi di Pisa e Firenze, operazione che consente al Gruppo di consolidare il proprio posizionamento nel mondo dei Servizi per il business.
Sempre nel 2011 Bassilichi assume con il 90% il controllo di ABS Technology, azienda già partecipata al 30% ed operante nell’ambito dei servizi di sicurezza verso la clientela bancaria. 
Nel 2012 Bassilichi sigla un accordo commerciale con la società di servizi rumena Servus. Tale accordo permette all’azienda un primo approccio ai mercati esteri, in particolare quelli dell’Europa dell’Est.
Nel 2013 Bassilichi acquisisce l’80% della società Serba Asoft4solutions con sede a Belgrado, creando la nuova azienda Bassilichi Central and Eastern Europe (Bassilichi CEE), specializzata in servizi legati all’ambito della monetica.
Dal luglio 2013 detiene il 30% del capitale sociale di Alfazero S.p.A., nuova veste che Alfa Elettronica assume grazie alla sinergia con Xentrum S.r.l., società operante nel settore dei veicoli elettrici per ambiti cittadini.

Il primo gennaio 2014 nasce Fruendo srl la società, a capitale misto, partecipata da Bassilichi (60%) e Accenture (40%),  polo dei Servizi per il business del gruppo Bassilichi.

Sempre nel 2014 Bassilichi acquisisce attraverso la sua controllata Bassilichi CEE una quota pari al 51% del capitale di ARS BLUE d.o.o., società serba con sede a Belgrado specializzata nello sviluppo e nell’installazione di piattaforme software per la gestione di transazioni attraverso POS, ATM, chioschi self service e device mobili.

A luglio 2017 Bassilichi S.p.A., insieme alle sue controllate Consorzio Triveneto, Moneynet, BassmArt, Bassilichi CEE e ArsBlue, entrano a far parte del gruppo ICBPI (oggi NEXI).

Visita il museo interattivonecessita di flash player