CBI ai tempi di internet

Caratteristiche, obiettivi ed evoluzioni del servizio di Corporate Banking Interbancario

Dietro il CBI, tra gli acronimi più usati nel settore della Monetica che sta per Corporate Banking Interbancario, si nasconde in realtà uno dei servizi attualmente più usati dalle aziende che ha enormemente facilitato e velocizzato la gestione di flussi contabili, informativi e di gestione documentale tramite banca. Basti pensare che nel 2016 il canale del Consorzio CBI è stato il più utilizzato dalle aziende italiane per quanto riguarda i flussi dispositivi di pagamento e incasso, con una quota di mercato pari a oltre il 50% del totale di operazioni automatizzate via web (retail e corporate).

Ma di cosa si tratta e come funziona in pratica? Il Corporate Banking Interbancario è un servizio offerto dagli Istituti Finanziari (o da una loro Struttura Tecnica Delegata) che fa parte del Consorzio CBI e consente alle aziende l’invio di disposizioni di incasso e di pagamento, nonché la ricezione di tutti i dati contabili necessari per le attività di cash management su tutti i conti correnti attivati, direttamente dalla propria sede e attraverso una semplice e unica connessione Internet.

 Alla base del servizio c’è, quindi, un collegamento telematico tra impresa ed Istituto Finanziario (detto Proponente) ed una piattaforma che permette di scambiare i flussi elettronici non solo con la banca che offre il servizio, ma anche con tutti gli altri Istituti Finanziari (detti Passivi) con i quali un’azienda intrattiene rapporti. Il Servizio di Corporate Banking consente, quindi, alle realtà corporate di ottimizzare l’intera catena commerciale-finanziaria, garantendo al contempo la piena interoperabilità tra i formati adottati dalle diverse comunità finanziarie internazionali.

E se una realtà industriale ha esigenze specifiche, la Banca Proponente può anche personalizzare il servizio e provvedere all’eventuale integrazione dell’infrastruttura con le procedure aziendali.

Dal 1 Luglio 2014 è stato implementato anche il Servizio CBILL grazie al quale gli Istituti Finanziari possono offrire agli utenti del Corporate Banking la consultazione e il pagamento, in modalità multibanca e multicanale (tablet, smartphone, ATM e sportello fisico), di bollette emesse da soggetti “Fatturatori”(ad es. ENEL e TIM), con la totale eliminazione della spedizione del documento cartaceo. Un ulteriore e importante passo in avanti nel processo di diffusione dei sistemi di pagamento digitali.

Il Consorzio CBI: cosa è e quale ruolo svolge?

Il Consorzio “Customer to Business Interaction – CBI”, creato nel 2008 in prosecuzione delle attività gestite dall’Associazione per il Corporate Banking Interbancario (ACBI), è un consorzio aperto a cui possono partecipare le banche, gli intermediari finanziari e gli altri soggetti autorizzati ad operare nell’area dei servizi di pagamento in Italia e nel territorio dell’UE.

Il Consorzio CBI gestisce l’infrastruttura tecnica a supporto dell’interconnessione e del colloquio telematico degli istituti finanziari consorziati con la propria clientela per l’erogazione di diversi servizi tra cui proprio il servizio di Corporate Banking e svolge una funzione molto importante in quanto garantisce alla clientela adeguati livelli di servizio, anche attraverso il controllo del rispetto delle regole da parte dei consorziati.

Attualmente all’interno del mercato italiano dei pagamenti elettronici il Consorzio CBI detiene una posizione di leadership con 510 istituti finanziari che offrono i servizi a circa un milione di imprese. Sul fronte della suddivisione delle aziende in base al settore di attività economica che transitano dal canale del Consorzio CBI, lo scorso anno si è registrata una preponderanza delle “imprese produttive” (tipicamente le grandi imprese) che rappresentano il 47% del totale, seguite dalle “società con meno di 20 addetti” presenti nel 12,9% dei casi, mentre le “imprese artigiane” contano per il 4% del totale*.

Un segno evidente di come i pagamenti digitali siano ormai diventati, almeno nel mondo business, parte integrante della quotidianità.

Se sei interessato all’argomento, scrivici per sapere di più su come possiamo aiutare il tuo business.

*fonte: Consorzio CBI

Add your comment